#CORONAVIRUS, ORDINANZA REGIONE PUGLIA: “CITTADINI CHE RIENTRANO DA PIEMONTE-LOMBARDIA-VENETO-EMILIA ROMAGNA DEVONO SEGNALARE LA PRESENZA AL MEDICO O ALL’ASL” SINDACO d’ARIENZO: “CHIEDIAMO COLLABORAZI

Pubblicato il 24 febbraio 2020 • Avvisi , Protezione Civile

Il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha emesso nel pomeriggio un’ordinanza che invita “tutti i cittadini che comunque rientrano in Puglia provenienti dal Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna e che vi abbiano soggiornato negli ultimi 14 giorni, a comunicare la propria presenza nel territorio della Regione Puglia con indicazione del domicilio al proprio medico di medicina generale ovvero, in mancanza, al Servizio Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Locale territorialmente competente al fine di permettere l’esercizio dei poteri di sorveglianza”.

Nell’ordinanza si indica, inoltre, che - “Tutti gli individui che sono transitati e hanno sostato dal 1^ febbraio 2020 nei comuni di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D'Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini nella Regione Lombardia, di Vo’ nella Regione Veneto, come previsto dall’art. 1 del DPCM 23 febbraio 2020, HANNO L’OBBLIGO di “comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio, ai fini dell’adozione, da parte dell’autorità sanitaria competente, di ogni misura necessaria, ivi compresa la permanenza fiduciaria con sorveglianza attiva”.

Il Sindaco di Monte Sant’Angelo, Pierpaolo d'Arienzo: “Nessun nostro concittadino residente o che sta rientrando in queste ore proviene dalla cosiddetta ‘zona focolaio’. Sappiamo che in molti stanno tornando e chiediamo loro la massima collaborazione. La situazione è in continua evoluzione e quindi vi chiedo di seguire solo le comunicazioni istituzionali del Ministero, della Regione, del Comune”.

Ordinanza

Allegato formato jpg

regole

Allegato formato jpg


Cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy